Via libera della Camera alla Finanziaria

    Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

    Via libera della Camera alla finanziaria

    Finalmente c’e’ stato il via libera della Camera alla Finanziaria. Vediamo nel dettaglio le novita’ piu’ salienti:

    • L’ecobonus del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e delle abitazioni potra’ essere usato fino al 31 dicembre 2011 ma sara’ spalmato su 10 anni e non piu’ su 5.
    • 100 milioni di euro saranno destinati alla ricerca e all’assistenza ai malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA).
    • Si all’assegnazione delle frequenze per le telecomunicazioniliberate dal passaggio dalla tv digitale a quella analogica.

    Nel testo della legge di stabilita’ e’ stato approvato il maxiemendamento del governo che prevede un giro di vite sugli accertamenti fiscali e Tremonti ha ridotto il taglio alle universita’: nel 2011 sara’ stanziato un extra di 800 milioni che dovranno servire anche per il piano di promozione dei ricercatori.

    Via libera, ma solo per il 2011, ad un credito d’imposta, fino a 100 milioni, in favore di imprese che affidano le attivita’ di ricerca agli atenei o agli enti pubblici di ricerca.

    Confermata la rideterminazione delle agevolazioni contributive per i datori di lavoro agricoli di zone svantaggiate o particolarmente svantaggiate.

    Ci sono poi le agevolazioni fiscali per piccola proprieta’ contadinache rende permanenti le agevolazioni individuate nel comma 4 bis dell’articolo 2 del Decreto legge 195/2009 in favore della piccola proprieta’ contadina. Si tratta di agevolazioni destinate agli atti di ricomposizione fondiaria della piccola proprieta’ contadina che incidono sull’imposta di registro, ipotecaria e catastale.

    Per quanto riguarda le aliquote contributive, a decorrere dal 1 gennaio 2011, le stesse, per il computo delle prestazioni pensionistiche, sono incrementate in misura della retribuzione lorda che viene versata sotto forma di contributo obbligatorio.

    Via libera, per il 2011, all’erogazione, da parte dell’INPS, di un incentivo per i datori di lavoro che assumono lavoratori licenziati a causa della crisi o destinatari di ammortizzatori sociali in deroga.

    Proroga per l’apprendistato ( fino a 100 milioni per il 2011 alle attivita’ di formazione per l’apprendistato).

    Borse di studio e prestiti d’onore.

    Contributi all’editoria e alla stampa italiana all’estero (la stampa italiana viene esclusa dalla riduzione del 50% dei contributi prevista nel 2009).

    Detrazione fiscale per carichi di famiglia per non residenti.

    Fondi Fas (Fondo aree sottosviluppate). Ci saranno 1,5 miliardi di euro, per il 2012, da destinare ad interventi di edilizia sanitaria pubblica nella misura dell’85% al sud ed il restante 15% alle regioni del centro nord.

    Missioni di pace. Arrivera’ uno stanziamento di 750 milioni di euro per la proroga della partecipazione italiana fino al 30 giugno 2011 alle missioni di pace internazionali.

    E naturalmente l’argomento non si esurisce qui ma ora non e’ il caso di contemplare tutto il lavoro fatto e le decisioni prese. Apparentemente ce n’e’ per tutti…speriamo bene.

    Alessandra Mari

    NESSUN COMMENTO

    LASCIA UN COMMENTO