Tassa conto corrente, da pagare entro giugno

Diverse sono state le proroghe ai pagamenti concessi in seguito all’emergenza Covid-19. Purtroppo per i contribuenti però la tassa conto corrente non è tra le scadenze fiscali il cui pagamento è stato rinviato a seguito dell’epidemia Coronavirus.

Entro la fine di giugno dunque i correntisti dovranno pagare quanto dovuto, così come anche dovranno fare i titolari di libretti di risparmio.

Tassa conto corrente, nessuna proroga Covid-19

Il pagamento della tassa conto corrente non subisce dunque rinvii. Ma i correntisti possono dormire sonni tranquilli, in quanto il pagamento avverrà in modo automatico. La tassa, per le persone fisiche, ammonta a 34,20 euro, mentre è pari a 100 euro per i soggetti giuridici.

Coloro che hanno una rendicontazione bancaria trimestrale dovranno versare 8,55 euro a giugno; se ad avere questo tipo di rendicontazione sono altri soggetti giuridici la spesa a giugno sarà di 25 euro. 

La tassa riguarda solo quei conti corrente con giacenza media superiore a 5 mila euro. Per quelli con giacenze inferiori non dovrà essere pagato nulla. L’imposta non si applica neanche a carte prepagate, neanche a quelle moderne associate a codice iban o a conti Paypal. Ricordiamo inoltre che non dovranno pagare nulla neanche i correntisti che dispongono di un Isee inferiore a 7500 euro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteContributi a fondo perduto, esito domande
Articolo successivoTax credit, da domani sui pagamenti elettronici
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO