Taglio bollette, per piccole e medie imprese

Tra le misure previste per rilanciare l’economia, in seguito all’emergenza sanitaria Covid-19, vi è anche il possibile taglio delle bollette per piccole e medie imprese. In particolare, l’Arera si occuperà della rimodulazione delle componenti fisse per le bollette delle utenze non domestiche connesse in bassa tensione. Tale beneficio riguarderà 3,7 milioni di Pmi.

Secondo il decreto sarà l’Arera a stabilire l’entità del taglio, che interesserà le mensilità di maggio, giugno e luglio. Il totale delle risorse messe a disposizione per favorire il rilancio di medie e piccole imprese attraverso il taglio delle bollette ammonta a 600 mila euro.

Taglio bollette, come funzionerà

Il taglio delle bollette dovrà riguardare la quota fissa della bolletta delle piccole e medie imprese. In altri termini, le voci interessati dalla riduzione saranno quelle riguardanti “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema”, vale a dire tutte le componenti pagate in bolletta che servono a coprire i costi per attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale.

Sarà il ministero dell’economia a versare, in due trance, le 600 mila euro previste per poter attuare il taglio.  Secondo le stime contenute nella segnalazione dell’Arera, la misura produrrebbe un taglio netto della bolletta, anche superiore al 70% per i clienti con 15 kilowatt di potenza impegnata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus vacanze, agenzie online restano fuori
Articolo successivoDecreto rilancio, ecco le misure più attese
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO