Sanatoria colf e badanti, come funziona

Arriva la sanatoria colf e badanti, una misura che punta a regolarizzare alcune delle categorie che contano un maggior numero di lavoratori irregolari in Italia.

Nei giorni scorsi è infatti stato raggiunto un accordo per regolarizzare i lavoratori stranieri, braccianti agricoli ma anche colf e badanti.

Sanatoria colf e badanti, ma non solo

Per affrontare l’emergenza sanitaria i datori di lavoro che hanno impiegato cittadini stranieri con il permesso di soggiorno scaduto potranno richiederne l’emersione e la regolarizzazione a fronte della stipula di un contratto di lavoro subordinato. Questa misura riguarda anche l’emersione del lavoro nero per lavoratori italiani, precedentemente impiegati in nero.

I settori coinvolti dalla misura riguardano agricoltura, allevamento, zootecnia, pesca, acquacoltura, assistenza alle persone affette da patologie o disabilità che ne limitino l’autosufficienza, e lavoro domestico.

I lavoratori devono dimostrare di aver risieduto in Italia prima della data dell’8 marzo.

Coloro che hanno un permesso di soggiorno scaduto dopo il 31 ottobre 2019 o in scadenza potranno ottenere un permesso temporaneo. Questo potrà avere una durata da 3 a 6 mesi. Qualora trovassero un lavoro regolare in questo periodo, il permesso potrà dunque essere trasformato in un permesso di soggiorno per motivi di lavoro di quattro mesi.

I termini di presentazione delle domande saranno aperti dal 1 giugno al 15 luglio. Il costo sarà di 160 euro se è il lavoratore a presentare domanda, 400 euro se la domanda proviene dal datore.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus ristrutturazione, incentivi al 110%
Articolo successivoTari, sconti Arera anche non domestici
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO