Pensioni estere, accertamento esistenza in vita

Via alle procedure di accertamento esistenza in vita per le pensioni estere. Anche per il 2018, i pensionati che percepiscono pensioni dall’Italia in altri Paesi saranno chiamati a compilare la documentazione per confermare l’esistenza in vita. La circolare n 4077 del 2 novembre 2018, diramata dall’Inps mediante il suo portale ufficiale, ha chiarito alcuni dettagli per i pensionati che risiedono all’estero e che quindi percepiscono l’assegno previdenziale in un altro Paese.

Da quest’anno però l’Inps afferma di aver reso l’iter burocratico molto più snello e meno oneroso per il pensionato.

Accertamento esistenza in vita, 2 fasi distinte

L’accertamento di esistenza in vita avverrà in 2 fasi distinte in base al Paese di residenza. La prima è già partita ad ottobre. Riguarda i residenti di Africa, Oceania ed Europa. Sono esclusi però Scandinavia e Paesi dell’Est dell’Europa. Gli interessati dovranno provvedere ad inoltrare la documentazione richiesta entro il 12 febbraio 2019. In alternativa potranno riscuotere di persona la rata di marzo, recandosi presso le agenzie Western Union del Paese di residenza. In mancanza di documentazione e di riscossione della pensione di persona, l’erogazione dell’assegno previdenziale sarà sospesa.

La seconda fase si terrà invece da febbraio a luglio 2019. Sono interessati tutti i residenti in Paesi diversi da quelli interessati nella prima fase. In questo caso potranno provvedere a presentare la certificazione entro giugno o provvedere alla riscossione di persona dell’assegno relativo alla mensilità di luglio.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteWeb Tax, approvazione non scontata
Articolo successivoTredicesima pensione, ecco le date di accredito
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO