Le pensioni dopo la legge di Stabilità

    Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

    EsodatiC’era sicuramente grande attesa da parte di tutti nei confronti della legge di Stabilità per capire quali nuove tasse avremmo dovuto attenderci, soprattutto sul fronte pensioni.

    Molti pensionati potranno tirare un sospiro di sollievo, soprattutto per quanto riguarda gli esodati, ma tanti altri invece saranno costretti a versare un contributo non irrilevante.

    Nessun adeguamento al costo della vita invece per le pensioni che superano i 3000 euro mensili, mentre le pensioni d’oro superiori ai 100000 euro saranno alleggerite mediante un contributo finalizzato a mantenere in equilibrio l’attuale sistema pensionistico italiano.

    Il contributo sarà sempre proporzionato all’eccedenza rispetto alla soglia di 100 mila euro e sarà dovuto in scaglioni percentuali così differenziati:  5% per la parte eccedente i 100 mila euro fino 150 mila, 10% oltre i 150 mila e 15% oltre i 200 mila.

    Intanto si spera che almeno sul fronte esodati la Legge di Stabilità riesca a mettere una volta per tutte le cose in chiaro garantendo un futuro anche a questa numerosissima fetta di popolazione. Sembra infatti che ci sia l’intenzione di agevolare le classi più deboli che sono state fortemente colpite dalla crisi economica.

    In particolare, coloro che avranno compiuto 62 anni di età e avranno versato 35 anni di contributi allo Stato, potranno avere accesso alla pensione anticipata di tre-quattro anni.

    NESSUN COMMENTO

    LASCIA UN COMMENTO