Fondo permanente di sostegno europeo

    Prima delle festività c’è stato un incontro tra i capi di stato e di governodei 27 Paesi dell’Unione europea, tema centrale della riunione è stata la pianificazione di sistemi e strategie per uscire dalla crisi economica e finanziaria.

    Si è raggiunto l’accordo per creare un Fondo permanente per sostenere i Paesi e le aree dell’Europa maggiormente in difficoltà.

    La creazione di questo Fondo permanente ha suscitato qualche perplessità da parte del Premier tedesco e sembra che proprio per volontà della Germania verrà apposta una clausola sull’utilizzo di questo fondo consistente nel fatto che l’erogazione di risorse è da considerarsi come estremo rimedio per il Paese o i Paesi in difficoltà

    L’urgenza di costituire un Fondo è dettata dal fatto che attualmentenessuna norma del Trattato europeo autorizza che un Paese europeo sull’orlo della bancarotta possa essere “salvato” dagli altri Paesi europei.

    Secondo la tabella di marcia delineata nell’incontro di oggi, le modifichedovrebbero trovare attuazione non prima del mese di marzo 2011; in questo lasso di tempo proseguiranno le consultazioni tra i Premier, la Commissione europea, il Parlamento europeo e la Banca centrale.

    NESSUN COMMENTO

    LASCIA UN COMMENTO