Finanziamenti e agevolazioni per imprenditoria giovanile

    Imprenditoria giovanile: ecco le agevolazioni e finanziamenti
    Imprenditoria giovanile: ecco le agevolazioni e finanziamenti

    Agevolazioni per imprenditoria giovanile, ecco come ottenere i finanziamenti

    I giovani che decidono di avviare un’attività in proprio hanno diritto secondo la legge 95/95 (agevolazioni per imprenditoria giovanile) a finanziamenti per incentivare l’imprenditoria giovanile. Anche la legge 236/93 (successivamente integrata dalla legge 144/99) prevede contributi a fondo perduto e finanziamenti a tasso di interesse agevolato per l’imprenditoria giovanile. Nonostante questi leggi siano ancora validi esse sono state integrate e in parte rimpiazzate dalla legge 17 maggio 1999 n. 144, il Decreto del 28 Maggio 2001, n° 29 “Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell’auto-impiego” e il DL del 21 aprile 2000, n. 185 sugli “Incentivi all’auto Imprenditoria giovanile e all’auto impiego”, in attuazione dell’articolo 45, comma 1.

    A chi sono rivolte le agevolazioni per imprenditoria giovanile?

    Andando ad analizzare quanto previsto dal DL185 del 2000 si capisce che le agevolazioni sono rivolta a giovani che vogliono avviare un’attività imprenditoriale di dimensione ridotta in forma di società di persone. Sono quindi escluse le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative, le società di fatto e le società aventi un unico socio.

    Criteri da rispettare per accedere alle agevolazioni per imprenditoria giovanile

    Secondo la legge per aver accesso alle agevolazioni per imprenditoria giovanile è necessario che la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà delle quote, sia:

    • di maggiore età nel momento della presentazione della domanda
    • non abbia occupazione al momento della presentazione della domanda
    • sia residente nel territorio nazionale alla data del 1 gennaio 2000 oppure da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente in materia.

    Anche il franchising è una strada percorribile e forse più facile. Una lista dei franchisor convenzionati è presente sul sito di Invitalia, l’agenzia nazionale per l’attrazione di investimenti e sviluppo d’impresa.

    Agevolazioni per imprenditoria giovanile: Auto impiego e auto imprenditoria

    La legge prevede agevolazioni per imprenditoria giovanile suddivise in due rami: quelle dedicate all’auto imprenditorialità (per aprire imprese di tipo agricolo, artigianale, industriale, servizi alle imprese e servizi turistici e finanzia al massimo 2,5 milioni di euro e incentivi) e quelle per l’auto impiego (promozione della cultura d’impresa e impiego per chi non ha occupazione; queste agevolazioni si declinano in Lavoro Autonomo (ditta individuale – investimento massimo 25.823 euro), Microimpresa (società di persone – investimento massimo 129.114 euro); Franchising (ditta individuale e società di persone – da valutare assieme al franchisor accreditato).

    Requisiti per accedere alle agevolazioni per l’auto impiego e auto imprenditoria

    Destinatari delle agevolazioni sono i giovani tra i 18 e i 35 anni che abbiano un’idea imprenditoriale e che siano residenti in territori agevolati come Sicilia, Campania, Puglia, Calabria, Sardegna, Basilicata, Molise, Abruzzo più comuni montani del centro nord). Solitamente l’agevolazione è un prestito d’onore (lavoro autonomo), che consente di avviare una piccola attività con un investimento massimo di € 25.823. Per l’auto impiego non è necessario avere meno di 36 anni. Il 50% della cifra erogata va restituita con un piano di ammortamento quinquennale a rate trimestrali, a tasso di interesse agevolato. L’attività d’impresa deve avere durata di almeno 5 anni, periodo durante il quale si deve mantenere la localizzazione nell’area geografica di appartenenza.

    Purtroppo per il 2013 i fondi previsti dalla legge 185/2000 sono esauriti ad aprile. Per tenere sotto controllo l’eventuale erogazione di nuovi fondi o nuove opportunità per l’imprenditoria giovanile si consiglia di consultare il sito del governo www.giovaneimpresa.it

    2 COMMENTI

    LASCIA UN COMMENTO