Decreto rilancio, ecco le misure più attese

incentivi lavoro

Il decreto rilancio punta a risollevare l’economia italiana dopo il duro periodo cui il lockdown, deciso per contenere i contagi da Covid-19, ha costretto l’Italia.

Tra le varie misure previste dal decreto, sicuramente una delle più attese riguarda gli sconti sugli affitti previsti per le imprese. In particolare, è previsto un credito d’imposta fino al 60% sugli affitti pagati da piccole e medie imprese.

Tra le altre misure degne di nota compaiono anche un Fondo per salvare e ristrutturare aziende titolari di marchi storici di interesse nazionale ed evitare delocalizzazioni, oltre allo stop al saldo Irap 2019 e acconto 2020. 

Decreto rilancio, agevolazioni più interessanti

Per gli esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo, titolari di partita IVA, comprese le aziende agricole o commerciali, anche se cooperative, è previsto anche un contributo a fondo perduto. Potranno beneficiarne solo le imprese con un fatturato nell’ultimo periodo d’imposta inferiore a 5 milioni di euro. E’ necessario però che il fatturato registrato ad aprile sia stato inferiore ai due terzi di quello dello stesso periodo dell’anno precedente. Tale requisito non si applica a coloro che hanno avviato l’attività dal 2019.

Abolito inoltre il versamento della prima rata Imu per alberghi e pensioni. La misura concerne sia la quota dovuta allo Stato che quella destinata al Comune in scadenza alla data del 16 giugno 2020.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTaglio bollette, per piccole e medie imprese
Articolo successivo730 precompilato, disponibile modulo online
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO