Consumo energetico, responsabilità del 5G

La nuova tecnologia di connessione mobile 5G sarebbe responsabile dell’incremento del consumo energetico. Secondo alcune ricerche condotte da Cisco, la nuova tecnologia entro il 2022 vedrà ben 28 miliardi di dispositivi connessi. Ciò significa, che le infrastrutture di rete del 5G dovranno sopportare carichi molti pesanti che potrebbero portare un aumento notevole del Consumo Energetico.

Consumo energetico, colpe imputabili al 5G

Secondo i risultati delle analisi condotte da Vertiv, il consumo energetico potrebbe aumentare del 160/170% entro l’anno 2026 a causa della rete 5G e della sua potenza. Il tempo però e le innovazioni tecnologiche future porteranno sicuramente dei miglioramenti negli anni successivi. Oggi, come mai prima d’ora, diviene però fondamentale l’importanza degli incrementi degli investimenti in energie rinnovabili.

Questo scenario ha però catturato l’interesse di molte aziende sensibili all’argomento. Infatti, tutti gli enti del settore sono già alla ricerca delle possibili soluzioni che potrebbero essere adottate per risolvere il problema.

Difficile dire però quali saranno gli accorgimenti da prendere a breve, considerati gli stretti tempi che ormai ci separano dalla diffusione capillare della nuova ed innovativa tecnologia. Considerata l’urgenza di intervento, ci potrebbero essere nuovi sviluppi in grado di rendere obsoleta la nuova tecnologia ancor prima del suo lancio, con nuovi dispositivi in grado di contenerne i consumi entro limiti accettabili.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMancato aumento iva, deficit al 3,4 per cento
Articolo successivoDecreto crescita, bonus ristrutturazioni incredibile
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO