Spese scolastiche, quanto si può detrarre

Le spese scolastiche possono essere detratte dalla dichiarazione dei redditi. E’ bene però sapere quali tipologie di spese siano effettivamente detraibili e in che misura.

Le spese scolastiche sostenute nel corso dell’anno danno diritto, entro determinati limiti, ad un rimborso Irpef pari al 19% della spesa sostenuta.

Tra le spese detraibili è possibile ottenere detrazioni non solo per le spese di iscrizione ma anche per altri ambiti correlati all’ambiente scolastico. Ad esempio risultano essere detraibili anche le spese sostenute per la mensa scolastica o quelle relative alle gite di istruzione.

Spese scolastiche, limiti e requisiti

Per l’anno corrente, con la dichiarazione dei redditi si potrà beneficiare di un rimborso Irpef di importo pari ad un massimo di 150 euro circa, pari al 19% di 786 euro per ciascuno studente a proprio carico.

Il modello 730 dovrà essere presentato entro il 23 luglio 2019, sia che si opti per il modello precompilato, sia che si scelga di affidarsi a Caf e commercialisti.

Il calcolo della detrazione dovrà essere effettuato, in caso di più figli, in maniera distinta per ciascuno di essi. Per ciascun figlio si dovrà compilare una differente riga del modello 730.

Per i nidi la spesa massima detraibile si riduce a 632 euro, mentre per master e spese universitarie non sono previsti limiti massimi di spesa.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDomande mutui, discesa libera nonostante i tassi
Articolo successivoScontrino elettronico, ecco gli esclusi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO