Spese detraibili, attenzione ad indicarle correttamente

Detrazioni-irpef

Attenzione ad indicare correttamente le spese detraibili nella dichiarazione dei redditi. Talvolta capita di inserire delle spese, credendo che siano detraibili, e ritrovarsi inconsapevolmente debitori con il fisco. Nei giorni scorsi il portale orizzontescuola ha pubblicato una lettera di una docente che denunciava il fatto di essersi ritrovata con un debito esorbitante nei confronti dello Stato.

In questo caso la docente aveva maturato 46700 euro di debito per un errore con il codice fiscale e non ricevuto le 3000 euro attese come bonus ristrutturazione.

Il problema è che le detrazioni relative alle ristrutturazioni, alle spese sanitarie, ecc.. possono essere detratte in misura pari al 19%, calcolato sulla parte che supera la franchigia di 129,11 euro.

Spese detraibili, attenzione se il reddito è basso

Il problema è che se si ha un reddito troppo basso si rischia di non poter recuperare niente. Se il reddito è basso e non si hanno trattenute non si ottengono detrazioni, questo vale non solo per le ristrutturazioni ma anche per le spese sanitarie e per le altre tipologie di spese detraibili. In altre parole se non si versa nulla allo Stato, lo stato non restituisce.

Secondo quanto evidenziato da una recente ricerca condotta dall’università Ca’ Foscari di Venezia e l’ateneo di Pavia, “le spese detraibili sono più elevate per le classi più alte di reddito individuale”. La detrazione Irpef per le spese sanitarie premia i contribuenti più ricchi e aumenta la disuguaglianza di salute tra le famiglie italiane.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAmazon Go, ecco i futuri supermercati
Articolo successivoPensioni, 6 mila euro per eliminare debiti col fisco
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO