Riscaldamento, attenzione alle termovalvole

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Attenzione alle termovalvole del vostro impianto di riscaldamento perchè potrebbero causare il conteggio da parte del contabilizzatore di consumi inesistenti, specie durante il periodo estivo.

Il Salvagente ha infatti denunciato un “difetto” tecnico dei rilevatori abbinati alle valvole termostatiche, che sembrerebbe essere piuttosto comune, spesso legato anche alla negligenza di coloro che sono deputati alla gestione.

Tenendo presente che la contabilizzazione del calore è obbligatoria da giugno, questo problema potrebbe aver colpito moltissimi consumatori ignari, con relativi addebiti non dovuti in bolletta.

Termovalvole, la denuncia dei consumatori

L’inchiesta de Il Salvagente è partita dalla denuncia da parte di un condomino che aveva notato addebiti insoliti nel periodo estivo. Secondo l’indagine avviata se il soggetto in questione non si fosse accorto di nulla e non avesse denunciato gli addebiti avrebbe dovuto pagare ben 30 euro in più, una cifra pari al 5% circa del suo consumo annuo.

Il difetto era generato dal fatto che i contabilizzatori di calore abbinati alle termovalvole funzionano misurando la differenza di temperatura del radiatore rispetto all’ambiente.

In estate è molto facile che il corpo del termosifone, scaldato dai raggi del sole estivo che entra dalla finestra, si riscaldi diventando di alcuni gradi più caldo rispetto all’aria della stanza. In tal caso può pertanto succedere che il rilevatore consideri acceso un termosifone spento e inizi a conteggiare consumi fantasma.

CONDIVIDI
Articolo precedentePartite Iva, ecco cosa cambia
Articolo successivoPensione scuola, dal 2019 a 67 anni o 43 di contributi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO