Riscaldamenti, alcune regole d’oro del risparmio

Ormai l’inverno è alle porte ed arriva il fatidico momento di riaccendere i riscaldamenti. Purtroppo, con i prezzi del gas alle stelle, si tratta di un periodo economicamente tragico per la maggior parte delle famiglie italiane. Vediamo dunque di riassumere alcune regole d’oro per massimizzare il risparmio ed evitare brutte sorprese in bolletta.

Risparmiare sui riscaldamenti inoltre non è sinonimo di avere una casa meno accogliente, ma significa sfruttare al meglio l’energia in uso evitando semplicemente gli inutili sprechi.

Riscaldamenti, risparmiare senza rinunce

Il primo passo da fare è sicuramente quello di effettuare tutte le possibili manutenzioni su caldaia e impianti prima di iniziare ad utilizzarli. In questo modo si possono rilevare eventuali anomalie ed evitare sprechi. E’ sempre bene inoltre provvedere alla sostituzioni di stufe e dispositivi datati, nonchè di provvedere alla loro pulizia annuale.

Da tenere presente che le spese di sostituzione, se mirate a migliorare l’efficienza energetica, sono in larga parte detraibili grazie ad incentivi fiscali mirati.

La temperatura in casa dovrebbe essere impostata tra i 19 e i 20°C, evitando di collocare in prossimità dei radiatori tende o mobili che possano ostacolare il regolare fluire dell’aria.

Bisogna inoltre pensare ad ottenere un buon isolamento termico installando opportuni infissi ed evitando gli spifferi. Sicuramente anche la scelta di una tariffa opportuna, magari a prezzo bloccato può incidere molto sul costo della bolletta.

CONDIVIDI
Articolo precedentePostepay Inps Card, come funziona
Articolo successivoRincari Rc Auto, aumenti fino al 40%
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO