Postepay Inps Card, come funziona

La Postepay Inps card è la nuova carta che consente ai pensionati che percepiscono importi superiori a 1000 euro di avere sempre a disposizione quanto percepito mensilmente. La carta, che nasce da una collaborazione tra Inps e Poste Italiane, è la risposta alla legge 214/2011.

In seguito a tale disposizione infatti gli importi superiori a 1000 euro devono obbligatoriamente essere versati su conto corrente, con tutte le possibili spese di gestione associate. La postepay Inps card può inoltre essere utilizzata anche per percepire altre prestazioni, quali ad esempio la Naspi.

Postepay Inps Card, come funziona

Per richiedere la carta basterà recarsi presso l’ufficio postale e compilare apposito modulo. Entro 7 giorni si riceverà, in buste separate, carta e pin. A questo punto occorrerà tornare in posta per l’attivazione. Per evitare il blocco inoltre occorrerà rinnovare la carta ogni 40 operazioni.

Oltre a permettere l’accredito della pensione senza doversi recare ogni mese allo sportello, la carta permette di effettuare acquisti, prelievi agli ATM, pagare bollette, ecc.

Si potranno prelevare massimo 600 euro al giorno e 2500 euro mensili.La carta funziona su circuiti Cirrus/Maestro e Postamat.

Si tratta di una carta totalmente gratuita, senza alcun canone mensile. anche i prelievi postamat e da uffici postali sono gratuiti, mentre dagli sportelli a circuito maestro implicano il pagamento di 1.75 euro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAumento Iva 2019, possibili conseguenze
Articolo successivoRiscaldamenti, alcune regole d’oro del risparmio
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO