Digitale terrestre, pronti al nuovo switch off entro 2022

Entro il 20 luglio del 2022 tutti gli italiani dovranno adeguare i propri impianti televisivi per continuare a ricevere tutti i canali del digitale terrestre. Si stima infatti che questa sia la data prevista per il nuovo switch off che introdurrà il nuovo sistema di trasmissione dvb-t2.

Intanto già il 2020 vedrà alcune importanti innovazioni tecnologiche. Primo fra tutti sicuramente l’introduzione del 5G. Ed è proprio per far posto alle nuove frequenze di cui il 5G avrà bisogno che son state modificate quelle destinate alle trasmissioni televisive.

Digitale terrestre, come si attuerà lo switch off

L’introduzione del nuovo standard DVB-T2 rende obbligatorio, a partire dai prossimi mesi, l’acquisto di un decoder di ultima generazione o di una Smart TV.

Entro il 20 Luglio del 2022 i canali televisivi italiani dovranno essere passati tutti sulle frequenze a 700 Mhz. Grazie allo switch però si potrà godere anche di un maggiore bitrate nella trasmissione del segnale, pertanto si potrà usufruire di una qualità superiore.

Se avete acquistato un televisore prima del 1 Gennaio 2017 è molto probabile che il vostro apparato non supporti il nuovo standard. E’ questa infatti la data in cui è entrato in vigore l’obbligo di vendere apparati atti a ricevere trasmissioni con le nuove frequenze.

Ricordiamo che lo Stato ha messo a disposizione un bonus famiglie per rendere meno “pesante” il passaggio al nuovo standard.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEuribor, nuovo sistema di calcolo ma solo per nuovi mutui *Aggiornato*
Articolo successivoQuota 99, quota 100 evolve grazie a un bonus
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO