Condizionatori, come utilizzarli al meglio

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il caldo rovente di questi giorni ha reso impossibile non utilizzare i condizionatori, abbiamo allora pensato di stilare un piccolo vademecum su come utilizzarli al meglio per evitare di ricevere bollette stratosferiche e non riuscire a sfruttare al massimo l’efficienza garantita.

Innanzitutto è consigliabile impostare la modalità deumidificatore, piuttosto che prediligere quella in raffreddamento. Secondo un indagine condotta dal noto portale sostariffe, tale modalità di utilizzo consentirebbe di ottenere risparmi fino al 40%.

Occorre inoltre non eccedere con le temperature e cercare di tenere il condizionatore impostato a valori che non superino di 6 °C le differenze con l’ambiente esterno. Si tenga presente che incrementando di 1°C il distacco si ha un consumo pari al 5% in più per ogni valore che si distanzi dai 6°C consigliati.

Condizionatori, attenzione a dove mettere l’unità esterna

Anche la posizione dell’unità esterna ha una certa importanza sulla riduzione dei consumi in bolletta. In particolare occorre prediligere un luogo ombrato, al riparo dal sole per evitare che surriscaldandosi lavori sotto sforzo e anche al fine di prevenire un deterioramento precoce.

Per quanto riguarda le ore notturne, meglio prediligere l’utilizzo della funzione sleep, riducendo così i consumi del 15%. Altro punto fondamentale però rimane come sempre la scelta della tariffa energetica più opportuna per le proprie esigenze.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteImu-Tasi, le scadenze del 16 giugno
Articolo successivoRecord licenziamenti, sindacati insorgono
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO