Canone Rai, esenzione entro giugno

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il termine ultimo per poter ottenere l’esenzione dal pagamento del canone Rai è fissato per il prossimo 30 giugno. La scadenza è rivolta a coloro che non abbiano già comunicato il mancato possesso dell’apparecchio televisivo entro lo scorso gennaio. Presentando le domande entro giugno si riesce infatti ad ottenere l’esonero dal pagamento almeno per il secondo semestre, con un risparmio di ben 45 euro per l’anno in corso.

Esenzione canone Rai, occorre presentarla ogni anno

Ricordiamo infatti che con l’addebito del canone Rai in bolletta, per ottenere l’esenzione per il mancatto possesso del televisore occorre darne comunicazione ogni anno, non è sufficiente una sola comunicazione come per coloro che superano la fascia d’età prevista o che hanno intestate più utenze elettriche.

I moduli per poter richiedere ed ottenere l’esenzione sono scaricabili direttamente dal sito dell’Agenzia delle entrate. L’inoltro è possibile direttamente per via telematica, accedendo ai servizi online dell’agenzia delle entrate, per coloro che sono registrati all’area e dispongono di apposito pin. In alternativa è possibile inviare il modulo opportunamente compilato in ogni sua parte a mezzo raccomandata, all’indirizzo Agenzia delle entrate, Ufficio Torino 1, Sportello abbonamenti TV, Casella postale 22, 10121 – Torino.

Per ottenere l’esenzione per il 2018 si dovrà invece provvedere all’inoltro entro il 31 gennaio prossimo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus cultura, un successo secondo Renzi
Articolo successivoBankitalia, un bambino su 10 è in situazione di povertà
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO