Buoni fruttiferi postali, interessi fino al 5%

buoni-fruttiferi-postali

I buoni fruttiferi postali sono uno strumento sicuro che ben si presta a far guadagnare qualche euro al piccolo risparmiatore. Consentono infatti di ottenere, con qualche piccolo accorgimento, interessi con tassi fino al 5%.

L’ultima serie emessa è sottoscrivibile anche comodamente online, senza necessità di lunghe code allo sportello. Il capitale investito può essere svincolato in qualsiasi momento e i buoni sono sottoscrivibili in forma cartacea o dematerializzata, legati al proprio libretto postale.

La durata massima di sottoscrizione è di 20 anni e chiaramente aumentando il tempo di tenuta aumentano anche gli interessi riconosciuti, in modo graduale, fino a raggiungere la quota massima al ventesimo anno.

Buoni fruttiferi postali, come raggiungere il massimo rendimento

Sugli interessi è applicata l’aliquota agevolata pari al 12,50 %. Nel caso di importi superiori a 5 mila euro sarà chiaramente applicata l’imposta di bollo prevista in misura pari allo 0,20% del capitale investito.

Passando al tasso di interesse, per i primi tre anni è pari allo 0,25%. Dal quarto al sesto anno cresce ad 1,25%, per salire al 2% tra i 7 e i 9 anni. Dal decimo al dodicesimo anno il tasso riconosciuto ammonta al 3,25%. E’ pari al 4% invece tra i 13 e i 15 anni ed infine arriva al 5%dal sedicesimo al ventesimo anno. Ricordiamo che la durata massima è appunto pari a 20 anni.

CONDIVIDI
Articolo precedenteContratti a termine in calo, crescono gli indeterminati
Articolo successivoNavigator, agenzie del lavoro contrarie
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO