Bonus amianto, ecco come funzionerà

Il bonus amianto è destinato a tornare, ma con delle modifiche sostanzialmente volte a favorire la diffusione delle energie rinnovabili. in particolare la nuova normativa mira a favorire la diffusione degli impianti fotovoltaici. Grazie al nuovo  decreto Fer 1 potranno infatti usufruire del beneficio solo coloro che accetteranno di sostituire coperture in amianto con l’installazione di pannelli fotovoltaici.

Si tratta di una risposta dovuta ad una richiesta del popolo. Sono infatti state raccolte ben 55mila firme con la petizione #BastaAmianto. La gente in sostanza ha richiesto il ripristino sia gli incentivi fiscali per la bonifica della coperture che di quelli dedicati a chi produce energia pulita attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici.

Bonus amianto, necessario per la salute

Secondo i dati diffusi negli ultimi tempi, l’amianto è un materiale letale che causa dai 3 mila ai 6 mila morti ogni anno. La principale causa di morte è il mesotelioma maligno e una serie di altre forme tumorali che sembrano essere correlate con tale materiale. Purtroppo le coperture potenzialmente letali sono ancora ampiamente diffuse nella nostra Penisola. Le troviamo sia in ambienti pubblici che privati e si pensa che gli incentivi al risanamento potrebbero essere un valido incentivo per arrivare a liberarsene in via definitiva.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus assunzioni, per under 35 resteranno fino al 2020
Articolo successivoBonus cicogna, quando e come fare richiesta
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO