Bonus 110%, ecco i nuovi vincoli

Nuovi vincoli per l’erogazione del bonus 110% previsto per ristrutturazioni casa mirate a migliorare l’efficienza energetica o la resistenza sismica.

Le ultime modifiche apportate hanno infatti abbassato il tetto di spesa previsto per la realizzazione del cappotto termico. E’ stata però introdotta la possibilità di utilizzare l’incentivo anche per due case, oltre i lavori condominiali, senza limiti tra prima e seconda casa, nonché per le unità site all’interno di edifici plurifamiliari indipendenti con uno o più accessi autonomi dall’esterno.

Bonus 110%, ultime novità

Altre novità riguardano anche i lavori inerenti il cambio caldaia. Con gli aggiornamenti introdotti sarà possibile ottenere gli incentivi anche per gli impianti a collettore solare e l’estensione ai lavori per la sostituzione della canna fumaria collettiva esistente.

Infine per gli immobili vincolati da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali si prevede che la detrazione del 110% spetti a tutti gli interventi di efficientamento a prescindere dall’obbligo di intervenire sul cappotto termico o sulla sostituzione della caldaia, nel rispetto comunque del requisito del miglioramento di almeno due classi energetiche dell’intero edificio.

Questi gli ultimi aggiornamenti varati lo scorso venerdì, non è ancora detto però che la settimana attuale non apporti qualche ulteriore modifica o vincolo a quanto già stabilito.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus rottamazione auto, quali novità
Articolo successivoPos e contanti, misure insufficienti contro l’evasione
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO