Bollette, in arrivo un autunno rovente

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Quello che stiamo vivendo in questi giorni si preannuncia un autunno rovente per la maggior parte dei consumatori, che potrebbero ritrovarsi a dover pagare bollette esorbitanti per il riscaldamento delle proprie abitazioni. A causa delle scarse precipitazioni cui abbiamo assistito infatti è stata ridotta la quantità di energia prodotta con l’ausilio delle centrali idroelettriche con un conseguente impiego di quella derivante da centrali a gas, sensibilmente più costose da mantenere.

L’unica ancora di salvezza, almeno per quanto concerne i giorni che stiamo vivendo, deriva dalla mancanza di climi effettivamente autunnali che stanno facendo ritardare in tutta Italia l’inizio delle accensioni dei riscaldamenti.

Bollette luce e gas, diventeranno roventi

Banner Maggio 2017 300 x 250

Nonostante questo però le nostre bollette, soprattutto quella elettrica, sono destinate a diventare ben presto piuttosto salate. La causa va ricercata, oltre che alle già citate condizioni meteorologiche, anche e soprattutto a quanto sta accadendo nella vicina Francia. Come molti sapranno infatti le autorità di controllo hanno chiesto il fermo di 29 centrali nucleari transalpine, in pratica più di una centrale su due dovrà sostenere una serie di interventi di manutenzione straordinaria. Ovviamente tali spese ricadranno quasi sicuramente sui consumatori e considerato che l’Italia dipende fortemente dall’energia elettrica francese è facile prevedere un incremento a breve termine.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus docenti, il mistero delle 500 euro scomparse
Articolo successivoRottamazione bis, modelli on line già disponibili
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO