Assicurazione auto, variare classe di merito

Il costo dell’assicurazione auto, come molti sapranno, è dettata in grande parte dalla classe di merito. Le classi di merito previste sono 18, ma come si fa a passare da una all’altra?

La classe di merito misura il cosiddetto livello di “sinistrosità”. In altre parole è un valore che permette di prevedere il numero di incidenti che l’assicurato potrebbe compiere in un determinato lasso di tempo. In base alla propria classe di merito il premio assicurativo può subire variazioni non indifferenti.

Classe di merito, come funziona

Inizialmente, la prima volta che si stipula un’assicurazione auto, si viene inseriti nella 14. Ogni anno, a seconda del comportamento avuto, quindi dei possibili incidenti causati, questa può scendere o salire. A classe più alta corrispondono tariffe più elevate, mentre la classe 1 è quella cui ogni automobilista dovrebbe ambire.

La classe di merito viene conservata dall’automobilista per 5 anni nel caso di cessazione del rischio, non rinnovo o sospensione della polizza. La stessa non decade nemmeno se il veicolo viene venduto oppure demolito o in caso di furto.

Grazie all’attestato di rischio è possibile comprendere a quale classe di merito si appartiene. anche l’età anagrafica e gli anni di conseguimento della patente incidono sull’attribuzione della classe di rischio.

CONDIVIDI
Articolo precedenteParco Gran Paradiso, case a 1 €
Articolo successivoFerie non godute, come riscattarle
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO