Prestito privato offro, un annuncio da prendere con le pinze

prestito privato offro

Prestito privato offro “. Quante volte in rete ci siamo imbattuti in annunci di questo tipo? Ma sono attendibili? Vediamo di scoprire assieme qualche dritta per evitare di imbattersi in fregature. [maxbutton id=”1”]

Tante offerte, attenzione alle truffe

Basta cercare su google ” Prestito privato offro ” per rendersi conto dell’ampia offerta di prestiti privati disponibili. Ci sono utenti che pubblicano le proprie offerte perfino su forum non specializzati. Ne abbiamo trovate perfino nel sito alfemminile.com. Quello che si richiede in cambio di prestiti, in genere inferiori ai 5-6 mila euro, è semplicemente una busta paga. L’unica alternativa è disporre di una proprietà del valore del prestito richiesto. Uno dei tanti annunci sul web recita “Offro prestiti a privati e cattivi pagatori a partire da 500 euro ad un max di 5000 euro.”. Continuando più avanti con “richiedo che mi vengano date delle garanzie sull’identità di chi riceverà i soldi”. Si richiede però la garanzia di un reddito dimostrabile o la firma di un garante, assicurando però regolare contratto con firma digitale.

Prediligere portali specializzati

C’è davvero da fidarsi a mandare ad un perfetto sconosciuto tutti i propri dati sulla propria identità e sul proprio patrimonio reddituale, senza avere la più pallida idea di chi si nasconde dall’altra parte del monitor?Meglio non fidarsi ed affidarsi a portali ben più noti, che magari prendendo qualche percentuale in più, fanno da tramite ma sono garantiti dalla banca d’Italia. A dimostrazione un malcapitato utente commenta il messaggio di cui sopra affermando “Mi hai fatto inviare tutto e poi sei sparito”.

Se proprio il prestito tra privati è l’unica opportunità che avete per riuscire ad ottenere un finanziamento, affidatevi alla maggiore sicurezza offerta dai tanti portali specializzati. Essi si occupano di far incontrare in modo semplice e sicuro domanda ed offerta.

Smartika, prestiti per tutti

Uno dei migliori portali operanti anche in Italia è sicuramente Smartika Spa. Si tratta di un Istituto di Pagamento vigilato ed autorizzato da Banca d’Italia, ai sensi del d.lgs. 11/2010, a prestare i servizi di pagamento erogati su istruzione dei Prestatori e dei Richiedenti. Lo scopo è quello di consentire ad entrambi di ottenere condizioni migliori con un servizio efficiente, innovativo ed a forte impatto sociale.

Su Smartika è possibile chiedere un prestito personale da 1.000 a 15.000 euro, rimborsabili in 12, 24, 36 o 48 mesi. Anche le cifre ottenibili sono sicuramente più elevate poichè derivanti non da un unico creditore ma da più soggetti disponibili a mettere a disposizione del portale il proprio patrimonio.

Prestiamoci, un rivale indiscusso

Altro sito sicuro ed affidabile, poichè autorizzato da Banca d’Italia, è sicuramente prestiamoci.it. I requisiti per poter accedere ad un prestito sono un’età compresa tra i 18 e i 75 anni ed il possesso della cittadinanza italiana Inoltre per i lavoratori dipendenti si richiedono almeno 6 mesi di anzianità, 24 invece per gli autonomi. E’ indispensabile l’assenza di protesti e/o pregiudizievoli.

Prestito privato offro, tiriamo le somme

Indipendentemente da quale canale si scelga per ottenere un prestito privato, occorre comunque disporre di qualche garanzia, seppur minima. Occorre comunque assicurare il rimborso delle somme dovute in caso di insolvenza, anche tramite pignoramento dei beni di proprio possesso.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteHello my friends, proroga raccolta punti BNL
Articolo successivoCanone Rai, esonero entro il 31 gennaio
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO