Prestiti bancari, quasi metà imprese non hanno ricevuto nulla

Quasi la metà delle imprese ancora non ha ricevuto i prestiti bancari agevolati, previsti per far fronte alle difficoltà economiche generate dal lungo periodo di lockdown imposto per cercare di arginare la diffusione del virus Covid-19.

Secondo le indagini condotte dagli esperti, i tassi sarebbero ancora molto alti e molti istituti di credito proporrebbero loro strumenti alternativi, rispetto a quelli forniti dal governo.

Prestiti bancari, ancora scarsa diffusione

Secondo uno studio condotto da parte della Fondazione studi consulenti del lavoro, che ha effettuato un monitoraggio tra gli iscritti all’ordine tra il 12 e il 17 giugno, solo il 41,4% delle aziende che ha fatto richiesta di finanziamenti entro i 25.000 euro a copertura pubblica, ha ricevuto l’erogazione.

Oltre tale cifra la quota di aziende che sono riuscite ad accedere ai fondi scende ulteriormente. La maggior parte degli intervistati ha denunciato tassi applicati troppo alti, oltre l’1,5% o, per i prestiti a maggior durata, perfino oltre il 2%.

Anche l’iter burocratico sembrerebbe essere una delle principali cause che portano a rallentamenti nelle erogazioni. Circa il 32% delle imprese infatti ha attribuito la responsabilità della mancata erogazione a rallentamenti dell’istruttoria da parte delle banche.

Nel 29% dei casi è invece stata richiesta ulteriore documentazione o la banca era, nel 22% dei casi, impreparata ad accogliere la richiesta per mancanza di modulistica e personale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBce, maxi prestito alle banche
Articolo successivoAssicurazione auto, risalita prezzi post Covid-19
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO