Retribuzioni contrattuali in crescita

retribuzioni-contrattuali-300x225Gli ultimi dati Istat portano finalmente anche qualche lieve notizia positiva relativa le retribuzioni contrattuali. Dai calcoli relativi al mese di settembre è infatti emerso che le retribuzioni contrattuali hanno subito un incremento pari  al + 1,1% annuo.

Dalle statistiche è emerso che nei primi 9 mesi, il compenso onorario sarebbe arrivato all’1,3% se confrontato con lo scorso anno, considernado esclusivamente il settore privato. I settori che hanno avuto dei netti miglioramenti riguardano in particolar modo le telecomunicazioni ( + 3,1%), le miniere (+ 2,9%) e la gomma / plastica / lavorazione minerali non metalliferi (+ 2,6%).

In calo sono invece risultate le retribuzioni contrattuali del settore pubblico con un , seppur minimo -0,3% nella pubblica amministrazione e nel settore dei trasporti.

Purtroppo non ci sono state variazioni altrettanto positive per quanto riguarda invece il numero di posti di lavoro e la sicurezza in mabito lavorativo. Con l’aumento di cassa integrazione e richieste di disoccupazione quello attuale non è sicuramente un periodo florido per l’Italia e molti dubbi si continuano a nutrire sulle effettive realtà lavorative che potrà apportare la chiacchieratissima legge di stabilità.

In questo clima di incertezza è indubbio che tutti i settori economici continuino a risentirne traducendosi in scarsi investimenti e continui cali di consumi.

Per i lavoratori dunque non rimane altra possibilità se non attendere quelli che saranno gli sconvolgimenti futuri.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO