Rei, il reddito di inclusione supera le 75 mila domande

Sembra che il Reddito di inclusione stia raccogliendo un successo dopo l’altro. Nel periodo compreso tra il 1 dicembre e il 2 gennaio sono infatti pervenute all’ Inps oltre 75 mila domande, per la precisione 75.885.

A rendere noti nei giorni scorsi tali dati ci ha pensato direttamente Istituto di Previdenza, che ha diffuso anche i dati su base regionale. Dal rapporto si evince che le Regioni da cui sono state trasmesse il maggior numero di domande sono la Campania, con 16.686 (22%), e la Sicilia, con 16.366 (21,4%), seguite dalla Calabria, con 10.606 richieste (14%). Non male neanche Lombardia e Lazio, con un invio di domande pari rispettivamente a 5.338 (7,0%) e 5.237 (6,9%).

Reddito di inclusione, successo ma non ovunque

Il reddito di inclusione non sembra aver riscosso lo stesso successo in tutte le regiorni d’Italia. Anzi in alcune pare essersi rivelato un vero e proprio flop. Parliano di Puglia e della Provincia Autonoma di Trento, da dove non risultano trasmesse domande, mentre dalla Provincia Autonoma di Bolzano le richieste arrivate sono solamente 8.

Ricordiamo che si tratta di una misura permanente di contrasto alla povertà che viene riconosciuta ai nuclei familiari con un Isee non superiore a 6.000 euro e un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro.

CONDIVIDI
Articolo precedentePensione a 55 anni, possibile con 41 anni di contributi
Articolo successivoPensioni, aumenti dal 2018
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO