Reddito di inclusione, governo approva

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il reddito di inclusione è finalmente realtà. Proprio nei giorni scorsi infatti è arrivato il via libera definitivo da parte del governo al provvedimento che promette di avviare un’instancabile lotta alla povertà e garantire una vita dignitosa a chi veramente ne ha bisogno.

Il reddito di inclusione sostituirà, a partire dal prossimo anno, anche Sia e l’assegno di disoccupazione che non esisterà più.

A copertura di questo beneficio saranno stanziati ben 1,7 miliardi di euro che verranno utilizzati non solo per i singoli assegni del reddito d’inclusione tout court, ma anche per il Fondo per l’inclusione attiva al lavoro, nella percentuale del 15%. Le risorse per il Rei, inoltre, saranno ulteriormente incrementate fino ad arrivare alla cifra di 2 miliardi all’anno.

Reddito di inclusione, in attesa di conferma dal Parlamento

In attesa della conferma da parte del Parlamento, vediamo a quanto ammonterà il beneficio per gli italiani in difficoltà privi di un posto di lavoro. Stando a quanto dichiarato dal ministro del lavoro Giuliano Poletti, si tratta di un incentivo compreso tra le 190  e le 485 euro, a seconda di vari parametri e dei componenti dei nuclei familiari interessati.

La priorità sarà garantita a nuclei familiari con almeno un minore a carico, con donne in stato di gravidanza, con disoccupati over 55 o con disabili.

CONDIVIDI
Articolo precedente730, ecco tutte le possibili detrazioni per risparmiare
Articolo successivoImu-Tasi, le scadenze del 16 giugno
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO