Precoci, aumento requisiti per aspettativa di vita

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Neanche i precoci si salvano dall’aumento requisiti anagrafici richiesti per ottenere l’agognata pensione, rettificati sulla base degli incrementi relativi alla mutata aspettativa di vita. 

Dopo l’equiparazione dell’età pensionabile per la quiescenza di vecchiaia tra uomini e donne, con decorrenza 1° gennaio 2018, portata a 66 anni e 7 mesi per tutti, nel 2019 è già previsto l’ennesimo scatto di 5 mesi per tutte le forme di pensione previste oggi dal nostro ordinamento.

Aumento requisiti, 5 mesi di lavoro in più

A partire dal 2019 saranno necessari 5 mesi di lavoro in più per raggiungere la tanto agognata pensione. Il requisito si applica sia alla pensione di vecchiaia che all’eventuale pensione anticipata. In particolare, per la prima saranno necessari 67 anni di età e per la seconda 43 anni e 3 mesi di contributi versati.

Purtroppo nessuno sarà escluso dall’incremento dei requisiti anagrafici o contributivi richiesti per andare in pensione. Anche coloro che svolgono un lavoro usurante saranno interessati infatti dall’inasprimento dei requisiti. Anche dunque coloro che appartengono ad una delle 15 categorie per le quali è prevista l’Ape social o la quota 41 a partire dal prossimo anno sarà interessata da modifiche nei requisiti. I lavoratori che sono inseriti in una delle categorie riconosciute come usuranti dovranno dunque raggiungere 41 anni e 5 mesi di contributi, se precoci, o 63 anni e 5 mesi di età se opteranno per l’Ape sociale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLavori gravosi, categorie ampliate a 15
Articolo successivoIstat, disoccupazione in crescita
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO