Pensioni, in forse riscatto gratuito della laurea

Foto Daniele Leone/LaPresse 23-07-2014 Roma, Italiacronaca Manifestazione di Ugl pensionati per chiedere la fine delle tassazioni capestro ed il ripristino del potere d'acquisto delle pensioni. Piazza Montecitorio
Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il riscatto gratuito della laurea potrebbe essere il prossimo passo del governo in ambito previdenziale, per cercare di venire incontro soprattutto alle difficoltà dei più giovani che non sembrerebbero avere un futuro da pensionati.

Al momento secondo alcuni rumors circolati in rete e confermate da autorevoli fonti giornalistiche, sembrerebbe che il sottosegretario dell’Economia Pier Paolo Baretta stia valutando l’ipotesi proposta dai sindacati. La proposta riguarderebbe i giovani nati nel periodo compreso tra il 1980 e il 2000 che siano riusciti a completare in regola gli studi universitari.

Riscatto gratuito laurea, ci pensa lo Stato

Per garantire una pensione dignitosa ai cosiddetti Millenians, lo Stato sarebbe dunque pronto a pagare di propria tasca quanto necessario per convertire in contributi lavorativi gli anni persi sui banchi di scuola per conseguire il titolo accademico.

Ovviamente tale spesa non potrà essere a carico dello Stato per tutti e per cercare di fare una scrematura, la pratica potrebbe essere messa in atto solo per coloro che siano nati tra il 1980 e il 2000 e soprattutto che abbiano concluso i propri studi universitari in linea con le tempistiche previste dal piano di studi del corso universitario seguito.

Niente riscatto gratuito quindi agli studenti fuori corso che abbiano impiegato più degli anni canonici stabiliti per il conseguimento del titolo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovi voucher, procedura in partenza oggi
Articolo successivoSpesa media, 2.524 euro a famiglia con poca carne e tanto pesce
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO