Pensioni, 5 anni in meno per lavoro usurante

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Coloro che svolgono un lavoro usurante potranno uscire con ben 5 anni di anticipo rispetto ai requisiti previdenziali previste per le altre categorie.

Il decreto legislativo 67 del 2011, disciplina in modo specifico la pensione anticipata per quelle categorie di lavoratori che svolgono attività usuranti e lavoro notturno.

Banner Maggio 2017 300 x 250

Tale normativa prevede condizioni di uscita agevolate, che non sono state modificate neanche dall’ultima legge di bilancio, ma che purtroppo non sono state ancora attuate. Il segretario Uil ha infatti sottolineato che ” il decreto attuativo delle novità a 9 mesi dalla manovra finanziaria, non è ancora uscito. Senza contare che in molti casi per queste particolari categorie di lavoratori, l’accesso alle altre novità previdenziali del 2017, come APE o quota 41, non è fattibile. ”

5 anni di lavoro in meno per lavoro usurante, ma quando?

Per i lavoratori usuranti la pensione arriva con 61 anni e 7 mesi di età, a prescindere dal sesso, quando si centrano contestualmente 35 anni di versamenti contributivi e la quota 97,6.

Le novità introdotte nel 2017 hanno previsto per questi lavoratori che rientrano anche tra i cosiddetti precoci, ovvero coloro che hanno alle spalle almeno un anno di contributi accumulati prima dei 19 anni di età. Gli usuranti potranno quindi accedere alla pensione anticipata con la quota 41, a condizione di aver svolto le mansioni usuranti per almeno sette degli ultimi dieci anni di lavoro o in alternativa, per la metà della vita lavorativa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus cultura, esteso ai nativi del 1999
Articolo successivoIva non versata, Fisco passa all’attacco
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO