Pensione anticipata per i nati nel ’52

In attesa dell’approvazione di una riforma pensioni definitiva, Cesare Damiano è tornato a parlare della possibilità, per i nati nel ’52 che operano nel settore privato, di andare in pensione in anticipo rispetto ai requisiti vigenti dal punto di vista contributivo.

Nel corso di un suo recente intervento che si è tenuto proprio nella giornata di ieri presso Montecitorio, presideuto anche dalla collega Gnecchi, il Presidente della commissione Lavoro della Camera è tornato a porre l’attenzione su una circolare dell’Inps che pone come condizione per accedere a questa pensione anticipata il fatto che si fosse occupati alla data del 28 dicembre 2011. Damiano ricorda che, qualora la riforma fosse approvata, potranno usufruire della pensione anticipata i lavoratori del settore privato con anzianità contributiva di almeno 35 anni maturata entro il 31 dicembre 2012 o che raggiungono Quota 96 entro la stessa data. Le donne hanno invece bisogno di almeno 20 anni di contribuzione e 60 di età, sempre alla data del 31/12/2012.

Intanto gli animi continuano a rimanere piuttosto accesi nei confronti della legge Fornero e della sua ideatrice. Nei giorni scorsi Salvini, intervenuto ad un talk show politico, si è dichiarato sconvolto di come la Fornero continui a difendere la sua riforma, anche alla luce di tutti i danni che questa ha causato ai lavoratori italiani.

Intanto Poletti, che in questi giorni sta lavorando alla proposta di aumentare la flessibilità in uscita, ha confermato di non avere ancora in mano una riforma pensioni definitiva. Il suo laconico commento è stato “Non abbiamo ancora scelto i termini definitivi per la proposta finale”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSurroga, i mutuatari ci riprovano
Articolo successivoRateizzazione tributi, possibilità di riammissione
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO