Pensionati, no tax area possibile

La no tax area è un’ambizione di tanti pensionati, apparentemente irrealizzabile finchè si resta in Italia. I pensionati italiani sono infatti ormai abituati a vedere evaporare ogni mese una grande fetta della propria pensione in tasse. Agli assegni irrisori si sommano dunque le imposte che rendono praticamene nullo il potere di acquisto dei pensionati.

L’unica soluzione per poter vivere nella no tax area sembra dunque quella di trasferirsi all’estero, prediligendo luoghi in cui si applicano meno tasse e il costo della vita sia nettamente inferiore.

No tax area, occorre espatriare all’estero?

Non tutti i trasferimenti all’estero consentono di aderire alla no tax area. Prima di trasferirsi è bene informarsi circa le eventuali convenzioni attive nel Paese scelto.  La possibilità di non pagare le tasse sulla pensione in Italia, difatti, dipende dalle convenzioni contro la doppia imposizione esistenti tra l’Italia e il Paese in cui ci si trasferisce, dal tipo di prestazione percepita e dal perfezionamento, o meno, dei requisiti per essere considerati residenti all’estero.

Ad ogni modo non tutti sanno che la no tax area per i pensionati è disponibile anche in Italia. Se l’assegno mensile è molto basso, in assenza di altri redditi, non si è tenuti a pagare le tasse nemmeno in Italia, perché le detrazioni per reddito di pensione superano le imposte dovute

CONDIVIDI
Articolo precedenteMillenials, i migranti non rubano il lavoro
Articolo successivoOccupati, crollo produzione ma ritorno ai livelli pre-crisi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO