Legge 104, Isee 2019

La legge 104 consente di usufruire di particolari benefici ed incentivi, per ottenere i quali è necessario presentare il modello Isee 2019. In tal modo è possibile infatti individuare i beni in possesso del richiedente, nonchè la situazione reddituale e patrimoniale della famiglia.

Attraverso la dichiarazione sostitutiva unica, l’Inps può calcolare la situazione economica equivalente, reddituale e patrimoniale. Nel calcolo Isee i disabili hanno però alcune agevolazioni, non venendo considerate alcune voci che normalmente influirebbero nel calcolo del patrimonio.

Isee 2019, quali voci escludere

Ad esempio l’Isee dei disabili non tiene conto di pensioni di inabilità o indennità di frequenza. Tra i redditi da dichiarare sono quindi inclusi, esclusivamente, trattamenti assistenziali, previdenziali, indennità non soggette a Irpef e non erogate dall’Inps.

Inoltre concorrono al patrimonio familiare solo i redditi del soggetto disabile, del coniuge e di eventuali figli.

Coniuge e figli sono inoltre inclusi solo nel caso in cui il disabile abbia meno di 26 anni e risulti a carico dei familiari o non risulti coniugato.

Inoltre è prevista una maggiorazione della scala di equivalenza di 0.5 punti per ciascun componente con disabilità media o grave o non autosufficiente.  Il ricalcolo Isee inoltre in genere è effettuato automaticamente dall’Inps, salvo variazioni importanti dell’ultima DSU presentata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEco bonus, problemi con il sito
Articolo successivoOccupazione in crescita, giovani penalizzati
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO