Invalidità civile inferiore al 50%, ecco cosa spetta

L’invalidità civile inferiore al 50% consente comunque di ottenere alcune agevolazioni utili a migliorare la vita del disabile. Per poter essere considerati invalidi civili è necessario che la commissione Inps abbia evidenziato un grado di disabilità pari almeno al 33%. 

In presenza di una invalidità civile riconosciuta al minimo sono comunque riconosciute importanti agevolazioni economiche. Si ha, ad esempio, diritto ad ottenere gratuitamente eventuali protesi e ausili strettamente correlati alla patologia per la quale è riconosciuta l’invalidità. Inoltre è possibile ottenere il contrassegno, richiedibile al proprio comune di residenza, che consente l’accesso del proprio veicolo a corsie preferenziali o la sosta sui parcheggi dedicati.

Invalidità civile inferiore al 50%, altri incentivi

Se la commissione Inps riconosce una invalidità civile inferiore al 50%, ma comunque superiore alla minima si aggiungono anche altre agevolazioni fondamentali. In particolare se il grado riconosciuto è pari al 46% si può usufruire di tutte le agevolazioni sopra elencate. A queste si aggiunge però anche la possibilità di usufruire del collocamento obbligatorio. Infatti tutte le aziende che abbiano oltre 14 dipendenti sono obbligate ad assumere personale anche scegliendolo dalle categorie protette. Tale incentivo riguarda gli invalidi con età anagrafica compresa tra i 18 e i 55 anni. Chiaramente la tipologia di lavoro per cui sarà selezionato dovrà essere in linea con quelle che sono le effettive capacità lavorative del disabile.

CONDIVIDI
Articolo precedenteStangata mutui, tassi in risalita
Articolo successivoSuperbollo, disegno di legge in arrivo
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO