Incentivi assunzioni, ecco quelli ancora in vigore

Tra gli incentivi assunzioni ancora in vigore nel corso del 2019 rientrano alcuni dei più interessanti sgravi fiscali previsti per particolari tipologie di aziende disposte ad assumersi l’onere di incrementare il proprio organico con nuova forza lavoro.

In particolare la legge di bilancio 2018 ha offerto ai datori di lavoro un nuovo incentivo a valere sulle assunzioni a tempo indeterminato o trasformazioni di contratti a tempo determinato, effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2018. Tali incentivi, sebbene mantenuti anche per il nuovo anno, risultano tuttavia essere più rigidi nell’applicazione a partire dal 2019.

Incentivi assunzioni, cosa cambia nel 2019

Sebbene i requisiti richiesti dalla legge di bilancio siano divenuti più restrittivi col tempo, va però ricordato che il Decreto Dignità ha previsto un esonero triennale quasi identico che registra  gravissimi ritardi attuativi.

In buona sostanza è stato mantenuto L'”Esonero contributivo triennale” della legge 2014, ma con una decontribuzione non più totale, ma ridotta al 50%. Inoltre da questo anno l’età dei nuovi assunti è stata ridotta a 30 anni, mentre in precedenza la soglia era fissata a 35. Inoltre è necessario che si tratti del primo contratto a tempo indeterminato stipulato dal giovane assunto.

La riduzione del costo del lavoro è pari a un totale di 9.000 euro al massimo su 3 anni, per un risparmio massimo annuo di 3.000 euro sui contributi dovuti all’Inps da parte del datore di lavoro;  riguarda il 50% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail, per 36 mesi.  Al datore di lavoro è richiesto l’impegno a non licenziare il lavoratore per i successivi 6 mesi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMutui a tasso negativo, un sogno presto realtà
Articolo successivoBonus infissi, come usufruirne
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO