Il welfare agevola gli asili nidi

Inizia a muoversi qualcosa nell’ambito delle politiche welfare mirate ad agevolare soprattutto le donne lavoratrici e più in generale le famiglie. Almeno così sembrerebbe dalle ultime scelte operate in alcune regioni che hanno deciso di investire parte delle risorse destinate al welfare pubblico per finanziare gli asili nidi.

E’ quanto accade in Liguria, la cui giunta regionale ha deciso di destinare allo scopo, dopo il milione e 200mila euro stanziati nelle scorse settimane per le strutture pubbliche, ben 548 mila euro a favore dei nidi gestiti dal terzo settore o da privati accreditati.

In Liguria attualmente operano ben 227 asili nido, di cui 107 totalmente pubblici, 55 privati e 65 del terzo settore per un totale di 7.300 posti. Lo scopo di questo ingente stanziamento di fondi è quello, secondo quanto dichiarato da Lorena Rambaudiassessore al welfare della Regione Liguria e coordinatrice per le politiche sociali in Conferenza delle Regioni, non di favorire la nascita di nuove strutture ma di potenziare il già vasto sistema esistente.

Lo scopo è dunque quello di scongiurarne la chiusura in un periodo non facile, utilizzando anche i soldi provenienti dal fondo famiglia, aiutando anche le famiglie che non riescono più a sostenere la retta a causa proprio di un’assenza di risorse provenienti dalla rete pubblica.

CONDIVIDI
Articolo precedenteQuasi 2 miliardi per ripagare i debiti PA
Articolo successivoIl Pil torna a scendere
La Redazione di Mutuonews propone notizie e approfondimenti su mutui, finanziamenti, prestiti e risparmio con un linguaggio chiaro e comprensibile. Siamo un team giovane e informale e al contempo attento e disponibile!

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO