Genitori, arrivano bonus e sussidi

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Le nuove norme attive nel 2018 prevedono bonus e sussidi a sostegno della genitorialità, poichè in un Paese che invecchia è indispensabile sostenere, anche economicamente, quelle poche unità che mantengono viva l’Italia.

Si tratta soprattutto di bonus e sussidi volti a favorire la crescita e l’istruzione dei figli e di strumenti per conciliare lavoro e vita familiare, incentivando anche alla procreazione.

Banner Maggio 2017 300 x 250

Uno dei principali incentivi è sicuramente il bonus asilo nido. Si tratta di un contributo volto al pagamento delle rette per la frequenza di asili nido e di forme di assistenza domiciliare, in modo tale da consentire alle madri lavoratrici di poter conciliare al meglio vita domestica e professione.

Bonus e sussidi, ecco i principali

 

Da non sottovalutare anche il premio alla nascita, ovvero un incentivo corrisposto dall’Inps per la nascita o adozione di un minore. Ancora attivo il Bonus Bebè, assegno mensile destinato alle famiglie con un figlio nato, adottato o in affido preadottivo tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017.

Molto utile sicuramente anche il Voucher baby sitting, un buono acquisto utilizzabile per l’acquisto di servizi di baby sitting oppure per gli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati.

Indispensabili infine i sussidi scolastici, strumenti a sostegno del diritto allo studio e alla formazione che l’Inps mette a disposizione dei figli e degli orfani dei dipendenti e pensionati iscritti alle gestioni dell’Istituto.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIstat, Italia Paese di vecchi e single che non leggono
Articolo successivoSaldi 2018, sconti limitati ma italiani pronti a spendere

Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato,
negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO