Fondi pensione, maggiore flessibilità grazie alla manovra

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

I fondi pensione sono ormai l’ultimo traguardo per coloro che intendano assicurarsi un futuro previdenziale, considerando le difficili acque in cui naviga l’ente di previdenza nazionale.

Grazie alle ultime manovre in campo pensioni, la previdenza complementare sta consolidandosi come uno strumento di welfare integrativo sempre più flessibile, a vantaggio dei lavoratori che intendano usufruirne.

Banner Maggio 2017 300 x 250

Tra le varie riforme che hanno permesso una maggiore flessibilità in ambito fondi pensione, non è sicuramente da sottovalutare la novità che riguarda Rita. Secondo quanto previsto dal ddl sulla manovra 2018, infatti per accedere alla rendita anticipata gli iscritti dovranno avere almeno 20 anni di contributi, 63 di età ed essere distanti non più di 5 anni dalla pensione di vecchiaia. 

Fondi pensione, assegno dieci anni prima del termine

Grazie alla legge sulla concorrenza coloro che aderiscono ai fondi pensione avranno anche la possibilità di ottenere l’assegno pensionistico fino a 10 anni prima del raggiungimento dei requisiti previdenziali, in caso di disoccupazione per oltre 24 mesi.

Si tratta sicura della misura più allettante per invogliare ad aderire ai fondi pensione. Basti pensare che se tale misura fosse stata introdotta qualche tempo fa, in particolare nella legge di Bilancio del 2012, avrebbe potuto contribuire a risolvere definitivamente la difficile questione degli esodati che, dall’introduzione del SalvaItalia, ossia proprio in seguito alla legge di bilancio 2012, si sono trovati senza reddito né da lavoro né da pensione, in ragioni di accordi di secondo livello.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBoeri, necessari contributi più cari
Articolo successivoWelfare, utile a spingere la crescita aziendale
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO