Ferie non godute, come riscattarle

Le ferie non godute maturate durante l’anno lavorativo vanno consumate, come molti sapranno, entro il 18° mese. Cosa succede allora se il lavoratore non fa in tempo a consumare, entro i termini previsti, i giorni di riposo maturati? Occorre a tal proposito sottolineare che tali tempistiche indicate non sono tassative. Il lavoratore ha infatti il diritto di poterne usufruire anche in tempi differenti.

In alternativa è possibile decidere di ricevere un’indennità sostitutiva alla fine del rapporto di lavoro, sebbene le normative in materia siano contrastanti e creino talvolta incertezze.

Ferie non godute, cosa succede dopo 18 mesi

Secondo i diritti del lavoratore il diritto alle ferie è irrinunciabile e i giorni di ferie non possono essere monetizzati. Va ricordato però che i giorni di ferie sono variabili a seconda del contratto di lavoro. In media si hanno a disposizione circa 4 settimane. Almeno 2 settimane devono essere fruite consecutivamente entro l’anno di maturazione mentre le restanti possono essere godute nei 18 mesi successivi. I contratti collettivi possono però derogare tali tempistiche, purchè non sia compromessa la salute psico-fisica del lavoratore.

Di conseguenza se il lavoratore non riesce a usufruirne neanche successivamente, tali ore potranno essere monetizzate.

Attenzione però a manifestare la rinuncia. Se il datore di lavoro riesce a provare la “deliberata e piena consapevolezza” del dipende a non volere godere delle proprie ferie, quest’ultimo non avrà diritto ad alcun pagamento nemmeno al termine del rapporto di lavoro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAssicurazione auto, variare classe di merito
Articolo successivoReddito di cittadinanza, caos in molte regioni
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO