Disoccupazione Naspi, requisiti e termini

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

I supplenti precari sono andati incontro al termine dei contratti determinati pochi giorni fa, precisamente il 30 giugno scorso. A questo punto è dunque giunto il momento di cominciare a presentare domanda Naspi per ricevere gli assegni di disoccupazione spettanti.

I termini per la presentazione delle domande sono stati aperti già lo scorso 1 luglio e si avrà tempo entro 68 giorni dalla fine del contratto.

Disoccupazione Naspi, requisiti

Per poter usufruire dell’incentivo, il docente deve essere stato licenziato contro la propria volontà, aver versato almeno 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti l’evento di disoccupazione involontaria, avere effettuato almeno 30 giornate di lavoro effettivo, negli ultimi 12 mesi prima del licenziamento.

Non occorre inoltre recarsi immediatamente presso il centro per l’impiego per fornire la propria disponibilità, perchè può anche essere fornita in un tempo successivo alla presentazione della Naspi.

Inoltre secondo il decreto del 2015 già la semplice presentazione della Naspi equivale alla dichiarazione di immediata disponibilità.

Entro 15 giorni gli interessati dovranno comunque recarsi presso il Centro per l’Impiego per l’eventuale convalida dalla Did e per la sottoscrizione del Patto di Servizio. Resta inteso però che la mancata presentazione entro il termine indicato non comporta in alcun modo problemi al corretto iter della pratica di richiesta Naspi. In questo caso infatti spetta al centro per l’impiego convocare i disoccupati entro 90 giorni per verificarne i requisiti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus sociale luce e gas, scarsa adesione
Articolo successivoPrecari, Inps respinge Naspi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO