Cassa integrazione, richieste in calo

lavoroFinalmente arriva una notizia positiva riguardante il mondo del lavoro in Italia: sono calate le richieste di cassa integrazione fino quasi a dimezzarsi. Secondo gli ultimi dati raccolti, a marzo 2015 sono state presentate il 43,8% di richieste in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Questo dato comunque si traduce con ben 61,6 milioni di ore di cassa integrazione guadagni (CIG) autorizzate nel solo mese di marzo, contro il 109,7 milioni dello scorso anno.

Tra tutte le ore di cassa integrazione autorizzate, ben 22,6 milioni sono di tipo ordinario, con una diminuzione tendenziale del 17,6%, con un interesse maggiore per il settore edile ed industriale. In particolare il calo nel primo campo indicherebbe una possibile ripresa in u nsettore che da troppo tempo vive una fase non facile, con molte aziende operanti nel settore ridotte sul lastrico e costrette a chiudere lasciando a casa migliaia di operai.

A tal proposito, nel mese di febbraio 2015 sono state presentate 86.849 domande di ASpI, 27.834 domande di mini ASpI, 300 domande tra disoccupazione ordinaria e speciale edile e 4.536 domande di mobilità, per un totale di 119.519 domande, il -17,1% rispetto alle 144.231 del mese di febbraio 2014. Dunque sembra che finalmente si cominci a muovere qualcosa in ambito lavorativo, sebbene il percorso appaia ancora lungo e tortuoso.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO