Bonus nido, come richiederlo

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

A partire da oggi lunedì 17 luglio sarà possibile richiedere il bonus nido. Potranno inoltrare la domanda le famiglie che hanno avuto almeno un figlio a partire dal 1° gennaio 2016. Il bonus potrà essere richiesto anche nel caso si tratti di adozioni o affidi, o nel caso in cui si tratti di cittadini non italiani ma con regolare permesso di soggiorno e residenti sul territorio nazionale. Il bonus si applica inoltre anche in caso di figli affetti da patologie gravi o che si sono cronicizzate, con lo scopo di agevolarli nelle eventuali cure e sostegni di cui si necessita.

Bonus nido, come si richiede

Il bonus nido, il cui importo ammonta a 1000 euro suddivisibili in 11 rate da 91 euro. Per le rette superiori potrebbe anche arrivare a coprire l’intero importo, analizzando però i singoli casi, mentre per quelli inferiori non sarà comunque superiore a quanto speso per la retta.

Il bonus nido potrà essere richiesto completamente in via telematica, collegandosi al sito Inps.
Per chi non ha dimestichezza con i sistemi informatici potrà comunque rivolgersi a un patronato, oppure telefonare al servizio clienti da fisso al 803164 e da cellulare allo 06164164.

Il bonus sarà erogato per i primi tre anni e per ottenerlo si dovranno presentare l’iscrizione del nido e il pagamento delle rette, o il certificato medico in caso sia richiesto il bonus per patologia grave.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteVolvo, solo auto elettriche per il prossimo futuro
Articolo successivoModello 770, proroga al 30 settembre?
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO