Bonus lavoro, ma solo per contratti stabili

Il bonus lavoro consentirà alle aziende che assumono di ricevere importanti sgravi economici. Il beneficio sarà però limitato a quelle realtà che decidono di impegnarsi con contratti di lavoro stabili, non volti esclusivamente a sfruttare gli incentivi proposti.

Al momento infatti sono stati rilevati dati incoraggianti inerenti i livelli occupazionali, ma spinti quasi esclusivamente dal precariato. Il governo, alla luce di tali dati, si è messo immediatamente al lavoro per cercare di proporre nuove politiche fiscali in grado di incoraggiare l’occupazione stabile.

Bonus lavoro, cosa comporterà

Proprio nei giorni scorsi, ai microfoni di Rtl 102.5, il vicepremier Luigi Di Maio ha parlato di taglio delle tasse per tutte le aziende che assumono con contratti di lavoro stabile. Di Maio ha previsto ben 3 miliardi di risparmio sull’Ires.

Difficile dire però le tempistiche necessarie perchè questa nuova proposta di governo possa vedere la luce. Al momento ci sono ben altri progetti in cantiere. In primis la definizione degli ultimi aspetti inerenti il reddito di cittadinanza e della flat tax. Difficile dire inoltre se e quali saranno le risorse disponibili per la manovra. Anche in virtù delle difficoltà incontrate nel reperire le risorse necessarie ad attuare gli altri più impellenti piani di governo previsti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBolletta troppo alta, Federconsumatori la fa annullare
Articolo successivoSalario minimo, amazon lo incrementa a 15 dollari l’ora
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO