Aumento pensioni minime, nel nuovo def

Aumento pensioni minime e quota 100, sono questi alcuni dei contenuti più attesi dal nuovo governo. A darne l’annuncio è stato il vicepremier Luigi Di Maio, parlando del documento di economia e finanza.

Il documento è stato annunciato nel corso della scorsa settimana via Facebook. L’annuncio è arrivato in seguito all’approvazione da parte di Camera e Senato del documento che contiene, tra l’altro, le misure della riforma delle Pensioni, per la riduzione della pressione fiscale e il reddito di cittadinanza.

Aumento pensioni minime, e non solo…

Tutte le riforme illustrate saranno inserite nella legge di Bilancio 2019, la cui approvazione è prevista proprio per oggi lunedì 15 ottobre.

La legge conterrà alcune delle riforme previdenziali più attese. Tra queste sicuramente la quota 100 che potrebbe finalmente consentire di superare l’annosa questione sulla riforma Fornero. Si parla però anche di prorogare l’opzione donna e di lanciare anche l’opzione 41 per i lavoratori precoci.

Tra le manovre previdenziali previste, anche il taglio alle pensioni d’oro. in particolare a quelle superiori a 1400 euro per la parte non coperta da contributi previdenziali. Inoltre sarà introdotta anche la cosiddetta pensione previdenziale. Lo scopo è porre fine al fenomeno dilagante di pensionati in fila alle mense dei poveri per poter mangiare.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAnnullamento debiti, quanto previsto dal prossimo Dl fiscale
Articolo successivoCambio nome carburanti, come orientarsi
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO