Ape, due anni di anticipo ma a quale costo?

Si torna a parlare di Ape e le ultime novità riguardano la revisione dell’anticipo pensionistico sulla base degli anni di fruizione. La misura è resa necessaria per evitare che ci siano dislivelli troppo evidenti tra l’assegno percepito con l’anticipo pensionistico e quello che si percepirà aò raggiungimento della normale pensione, al netto di quanto sarà dtratto per far fronte al debito.

Per il momento si pensa di elargire degli assegni che coprano fino ad un massimo del 95% rispetto alla pensione teorica, nel caso l’anticipo consenta di andare in pensione un solo anno prima rispetto ai requisiti richiesti dalla riforma attuale, mentre l’assegno sarà pari al 90% per le pensioni elargite con due anni di anticipo.

Tale precisazione sarà inserita nel  decreto che darà attuazione all’Ape una volta approvata la legge di Bilancio, secondo quanto annunciato sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini.

Ricordiamo che gli interessati potranno richiedere l’Ape a partire dal mese di maggio. Sarà infatti necessario un periodo di tempo per consentire agli enti coinvolti di adeguarsi alle nuove misure previste.

Di Ape inoltre ne esisteranno due differenti tipologie, ovvero quella a fine assistenziale, definita Ape social, indirizzata a coloro che hanno particolari difficoltà economiche, e quella invece di natura “fiscale” che consentirà ai lavoratori di ritirarsi prima dal lavoro per dedicare un po’ di tempo a sè stessi ed alla propria famiglia.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEnermanagement, tra risparmio ed efficienza
Articolo successivoQuattordicesima, aumenti fino a 42 euro
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO