Che cos’è la surroga mutuo?

surroga
Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

In questo ultimo anno non si è fatto altro che parlare di surroga del mutuo, anche a causa del boom di richieste ricevuto dagli istituti bancari. Ma sappiamo veramente di cosa si tratta? Cerchiamo di capire quando è conveniente richiedere la surroga del mutuo. CONFRONTA I MIGLIORI MUTUI

Cos’è la surroga del mutuo

Con surroga del mutuo si intende la procedura che consente di trasferire il proprio mutuo da una banca ad un’altra, modificando anche eventuali condizioni applicate all’accensione. La surroga è stata introdotta dalla Legge Bersani (la legge n. 40 del 2007) e prevede la possibilità di cambiare banca, per sfruttarne i vantaggi economici, senza dover sostenere alcun costo.

Quali vantaggi

Banner Maggio 2017 300 x 250

La surroga del mutuo ha il principale vantaggio di essere una procedura totalmente gratuita e di consentire di rivedere le condizioni di un mutuo già in corso. La surroga consente di ridurre l’entità della rata garantendo un notevole risparmio agli utenti che vi aderiscono. Proprio per questa convenienza nel 2015 circa il 60% dei mutui registrati sono in realtà frutto di surroga, poichè la riduzione dei tassi applicati dalle banche ha spinto molte persone a rivedere le condizioni economiche dei propri finanziamenti.

Come funziona

La surroga o portabilità del mutuo comporta un trasferimento dell’ipoteca che cambia di intestatario. Nella surroga infatti a cambiare è solo l’ipoteca, di cui godrà il nuovo istituto di credito a titolo di garanzia reale. Il mutuo invece sarà soggetto a estinzione anticipata e si verificherà, contestualmente, l’attivazione di un nuovo finanziamento presso la banca surrogante. L’importo residuo sarà ovviamente invariato, ma potranno cambiare le condizioni contrattuali. I parametri che il mutuatario potrà rinegoziare con la nuova banca saranno infatti il tasso applicato e la durata del mutuo.

Fasi indispensabili

Per richiedere ed ottenere la surroga del mutuo basterà seguire alcuni semplici passi. Per prima cosa si dovrà trovare una banca che fornisce delle condizioni contrattuali più vantaggiose rispetto a quelle applicate da parte del proprio istituto di credito.

Trovata la banca disposta a concedere la surroga, le due banche entreranno in contatto per stabilire i termini in cui procedere. La banca di partenza dovrà rendere noto il debito residuo al nuovo istituto entro un termine massimo di 10 giorni ed accordarsi per la giornata in cui sarà eseguita la surroga.

La nuova banca si occuperà quindi di stipulare il nuovo contratto di finanziamento, la quietanza di pagamento, ovvero il documento che attesta l’estinzione anticipata del precedente finanziamento, il consenso alla surroga e la modifica dell’ipoteca, il tutto condensato ovviamente in un contratto unico.

La surroga è un ottimo strumento messo a disposizione che consente di assicurarsi sempre l’offerta più competitiva nel mercato dei mutui, anche se al momento in tassi mostrano una flebile risalita pertanto il periodo fortunato sembra che stia per scemare.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDichiarazione redditi, detrazioni su casa e scuola
Articolo successivoClasse ’80, pensione a 75 anni
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO