Simulatore calcolo pensioni INPS, cos’è e come funziona

Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Dal 1 maggio 2015 sul sito Inps è stato messo a disposizione un utile simulatore per il calcolo della pensione, ma a quasi un anno dal lancio molti utenti dichiarano ancora di riscontrare difficoltà nel suo utilizzo. Cerchiamo di fare chiarezza e di comprendere a pieno le sue funzionalità.

Lo strumento, chiamato La mia pensione, si basa sulla contribuzione versata all’INPS e sui parametri macroeconomici che incidono sull’età pensionabile e sull’importo della pensione e permette così di effettuare le scelte che si ritengono più opportune in merito alla propria posizione previdenziale.

Banner Maggio 2017 300 x 250

Per poter adoperare il servizio occorre essere iscritti al sito dell’Inps, quindi avere già richiesto il pin per l’accesso ai servizi online.

Dalla Homepage del sito occorre cliccarre la voce Accedi ai servizi sotto la sezione Servizi on-line. Selezionare quindi la prima voce che compare in alto a sinistra, La mia pensione. Quindi autenticarsi facendo click su Accedi al servizio, spuntare la voce di presa visione ed andare avanti. In alcuni casi, quando il periodo contributivo è ancora molto esiguo è possibile ottenere il messaggio “Per il tuo profilo risulta, al momento, un numero di contributi accreditati insufficiente per utilizzare il servizio.”, che rinvia all’estratto conto contributivo.

Grazie a “La mia pensione” si può:

  • verificare l’importo dei contributi versati;
  • segnalare all’INPS eventuali periodi di contribuzione mancanti, attraverso l’apposito servizio di segnalazione contributiva;
  • sapere quando maturerà il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata;
  • calcolare l’importo della pensione “a moneta costante”, cioè a prescindere dall’andamento dell’inflazione (ecco perché si tratta di un simulatore);
  • ottenere una stima del rapporto fra la prima rata di pensione e l’ultimo stipendio (tasso di sostituzione).

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisparmiare sulla bolletta del gas
Articolo successivoIstat, disoccupazione in calo e nuovi occupati
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO