Qual è il tasso di usura reale?

usura reale
Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

Il tasso di usura reale consente di prevedere se la banca sta applicando dei tassi che rispecchiano o meno i termini massimi previsti dalla legge. Consultando le opportune tabelle si potrà prevedere se il tasso applicato supera o meno il tasso di usura, anche nel caso in cui si decida di sottoscrivere un prestito online. CALCOLA IL MIGLIOR PRESTITO

Usura reale, cos’è?

L’usura reale è una particolare forma di usura che si verifica quando gli interessi, sproporzionati rispetto al capitale prestato, non vengono corrisposti direttamente in denaro. Si parla cioè di usura reale quando l’usuraio richiede all’usurato dei compensi che saranno corrisposti sottoforma di vantaggi e/o altre utilità.

Ad esempio si potrà richiedere in cambio di un mutuo un’immobile che abbia un valore di gran lunga superiore rispetto al capitale richiesto.

Come valutare il tasso di usura reale?

In casi in cui il termine di usura è rappresentato da un bene e non da denaro liquido come si fa a valutare se si è superato o meno il tasso di usura e se quindi si sta infrangendo o meno la legge?

Niente di più semplice che convertire il valore del bene in denaro. In questo caso occorrerà ad esempio fare una stima del valore dell’immobile e valutare la discrepanza tra tale valore e l’eventuale capitale prestato.

Usura reale nel pagamento dei servizi

Nel caso di pagamenti di servizi, l’usura reale si può verificare anche quando si richiede un compenso in denaro che non è giustificato da un servizio offerto di pari valore. Ad esempio si può avere usura reale nel pagamento di canoni di locazionedi beni immobili, nel pagamento delle parcelle deiprofessionisti, nel pagamento dei corrispettivi per polizze assicurative. In tal caso sono classificati come usurari se sproporzionati rispetto ai prezzi medi del mercato e collegati allo stato di necessità del fruitore del servizio.

Quale tasso di soglia?

Con l’usura reale purtroppo si viene a perdere la possibilità di avere un tasso di riferimento entro cui stimare se si è in una situazione di usura o meno. Si perde, in altre parole, il requisito di oggettività proprio perchè manca il parametro legale del “tasso soglia”.

Con l’usura reale prevale pertanto il parametro soggettivo per valutare il quale,oltre alla “sproporzione” con il costo medio del servizio, ha rilevanza soprattutto l’approfittarsi di “condizioni di difficoltà economica o finanziaria” manifestate dal cliente.

La legge tutela solo i poveri

Come già detto uno dei principali requisiti di cui si tiene conto per accertare il caso di usura reale sono le condizioni economiche del malcapitato che ha contratto il debito  a condizioni insostenibili. Per questo motivo non può ricorrere alla legge per presunta usura colui che, disponendo di un patrimonio considereevole, abbia deciso di prendere in affitto una casa vacanze a prezzi spropositati, dal momento che in questo caso viene a mancare l’impellenza economica.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedentePrestito cambializzato Findomestic
Articolo successivoMPS, al via la vendita NPL
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO