Conto corrente, come difendersi dagli hacker

hacker banche
Fondi sbloccati in 48 ore Image Banner 480 x 75

La moneta elettronica garantisce grande comodità e il fatto di poter pagare utilizzando il proprio conto corrente senza dover fare estenuanti ore di fila allo sportello è una comodità irrinunciabile. Purtroppo però un grave problema si nasconde dietro l’utilizzo delle carte di credito e di debito, la possibilità che gli hacker riescano a carpire dati sensibili utilizzando i sistemi informatici e prosciughino il conto dei poveri malcapitati.

Purtroppo i cyber criminali non fanno distinzioni tra carte di debito e di credito, quindi i rischi sono gli stessi sia che si utilizzi una forma di pagamento o l’altra.

Hacker, a cosa fare attenzione

Una delle tecniche più usate per clonare le carte è lo skinner, ovvero un apparecchio appoggiato al lettore bancomat che carpisce tutti i dati nel momento stesso in cui l’utente inserisce la propria carta in un Atm per effettuare, ad esempio, un prelievo. Purtroppo l’evoluzione tecnologica ha permesso di realizzare dispositivi impercettibili, praticamente impossibili da individuare.

Il rischio maggiore deriva dall’utilizzo online delle carte per effettuare i propri acquisti, in questo caso si può aumentare la sicurezza utilizzando siti certificati PCI o sistemi di pagamento quali paypal. Poichè ottenere la conformità PCI è piuttosto costoso, sono soprattutto i grandi centri quali Amazon ed Ebay ad averla. Difficilmente si potrà stare tranquilli usando le carte su un piccolo store.

Diffidate inoltre dai moderni sistemi contact less, dal momento che i pirati potrebbero rubare i dati al volo sfruttando reti wireless.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBanche, classifica di quelle sicure e più a rischio dopo il bail-in
Articolo successivo730, ecco tutte le possibili detrazioni per risparmiare
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO